Monna Giovannella - Organic Farm

IT EN

Impasto per pizza e schiacciata ripiena

di Cristina Weber
29 Ottobre 2017

Fare la pizza significa fare felici tutti, grandi e piccini.

Non solo perché è giustamente uno degli alimenti più amati da tutti ma anche perché è un' occasione per coinvolgere i bambini in cucina e farli sentire partecipi facendogli farcire la pizza.


Quando si tratta di panificazione, ci rivolgiamo sempre per primi alla nostra amica Costanza, le cui magiche mani producono sempre le ricette più gustose. Costanza da brava esperta in panificazione, ci ha dato una versione "canonica", con una lievitazione più lenta, meno e meno lievito che risulta in un impasto più leggero e digeribile, e una versione più alla mano, per quando la voglia di pizza è tanta, ma il tempo è poco.


Questa ricetta è particolarmente speciale perché è Monna Giovannella fatta ricetta. Infatti Costanza include due tipi di farine bio di Monna Giovennella, la nostra Birra Ventiverna e il nostro olio extravergine di oliva. Ovviamente andava provata subito! Il risultato è una pizza (o schiacciata ripiena) incredibilmente gustosa e nutriente. Andava condivisa!


INGREDIENTI ABBONDANTI PER 4 PERSONE:


- 400g Farina Verna bio Monna Giovannella

- 200g Farina Senatore Cappelli bio Monna Giovannella

- 250ml acqua a temperatura ambiente

- 80ml birra  Ventiverna a temperatura ambiente (birra Saison di grano Verna bio)

- 60 ml olio e.v.o. bio Monna Giovannella

- 1 cucchiaino di zucchero o miele

- sale q.b.

- 12 gr lievito di birra e 2 cucchiaini rasi di lievito madre in polvere per una lievitazione lenta (circa 8/9 ore) 

o in alternativa 

- 20 gr di lievito di birra, 1 cucchiaino raso di lievito madre in polvere per una lievitazione veloce



PROCEDIMENTO:


Mescola le farine con il sale, e a parte sciogli zucchero (o miele), lieviti, con acqua, birra e olio. Unisci il liquido così ottenuto con le farine (già salate) e impasta per almeno 8/10 minuti nell'impastatrice a velocità moderata o a mano per almeno 20 minuti.  A seconda dell'umidità e della temperatura, sarà necessario aggiustare la quantità d'acqua. Suggerisco di mettere un pò meno acqua all'inizio, e nel caso aggiungerla alla fine. L'impasto deve risultare una palla che si lavora bene, e non rimane attaccata alle mani. Se l'impasto è troppo secco e si divide in più parti, aggiungi un po' d'acqua poco alla volta per non rovinare l'impasto.


Fai lievitare l'impasto in una ciotola capiente coperta da panno umido, al riparo da correnti, ad esempio all'interno del forno spento.


Per una lievitazione lenta impasta almeno un paio di volte, l'ultima a due ore dalla stesura dell'impasto. Per una lievitazione "veloce" fai lievitare almeno 4 ore impastando una volta. Se scegli il metodo veloce, assicurati di far lievitare l'impasto per almeno 2 ore.


Per fare la schiacciata bassa ripiena, stendi l'impasto molto basso, aggiungi il ripieno su metà impasto steso e ripiega l'altra metà di impasto sul ripieno, chiudi i bordi e bucherella la superficie della schiacciata. Spennella con olio e.v.o. e origano a piacere. Potrai sbizzarrirti con il ripieno con combinazioni tipo stracchino e speck, stracchino e salsiccia o cotto e mozzarella, ma anche alternative vegetariane tipo zucchine e scamorza, carciofi e stracchino, o radicchio e taleggio.


Foto e ricetta di Costanza Strmaccioni





Dai Un'Occhiata ai Prodotti in Questo Articolo

I Nostri Prodotti